Auditel

Auditel è un Joint Industry Committee (JIC),
un organismo a controllo incrociato che riunisce
tutte le componenti del mercato televisivo

Auditel
;

Joint Industry
Committee

Auditel adotta il modello di governance riconosciuto come il più evoluto a livello internazionale: il Joint Industry Committee (JIC), organismo a controllo incrociato che riunisce tutte le componenti del mercato televisivo, ossia i broadcasters, gli investitori pubblicitari, le agenzie e i centri media. La maggioranza del Consiglio di amministrazione è costituita dalla componente mercato, mentre i broadcasters si sono riservati un ruolo di controllo e vigilanza.

Presidio
di garanzia

L’intero processo di rilevazione Auditel è tracciabile. I suoi algoritmi e i protocolli di elaborazione sono accessibili e depositati in garanzia: in qualunque momento i dati di ascolto possono essere riprodotti in maniera certificata da un revisore esterno. L’attività di Auditel è profondamente incardinata nell’assetto regolatorio del Paese e sottoposta alla vigilanza dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AgCom).

Composizione
societaria

Auditel è una società a responsabilità limitata. Le quote societarie sono così ripartite: RAI (Radio Televisione Italiana) 33%; RTI (Reti Televisive Italiane) 20,2%; UPA (Utenti Pubblicità Associati) 20%; Assap Servizi 11,5%; Mediaset 6,5%; La7 3,33%; Confindustria Radio Televisioni 3%; UNA (Aziende della Comunicazione Unite) 1,5%. FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali) 1%.
Al fine di garantire la massima rappresentatività, nel Consiglio di amministrazione di Auditel siedono, oltreché i rappresentanti dei soci anche i delegati di Sky e Discovery in qualità di soggetti rilevanti del mercato.

Un modello di governance a controllo incrociato

Auditel ha sistematicamente cercato l'allineamento con i migliori standard internazionali, non solo riconoscendosi nel Joint Industry Committee (JIC), il modello di governance a controllo incrociato tra soggetti in concorrenza, validato in tutto il mondo come il più attuale e più indipendente. Infatti, pienamente consapevole del proprio ruolo in un settore delicato come quello dei media, Auditel ha adottato un sistema di verifica accurato e sofisticato, sia sotto il profilo della gestione che sotto il profilo della ricerca. Così, a riporto del Consiglio di amministrazione - che definisce le linee strategiche relative alla metodologia e alla tecnologia per la misurazione degli ascolti e approva i piani e il bilancio di esercizio - operano il Comitato tecnico e il Comitato per il Controllo interno, i rischi e la corporate governance. Spetta al Comitato tecnico, organo di consulenza scientifica che traccia e verifica ogni tappa di sviluppo del sistema di rilevazione, vigilare sull'accuratezza e la certificazione della ricerca (disegno del campione di rilevazione; aggiornamento dei parametri relativi alla popolazione; definizione del sistema dei pesi, metodologie statistiche, metodologie di misurazione); su tutte le attività connesse alla information technology (sistema hardware e software, architettura delle banche dati, standard qualitativi); e, infine, sulla security.

Organi societari

  • Consiglio di amministrazione
  • Collegio sindacale
  • Comitato tecnico
  • Comitato controllo rischi
  • Organismo di vigilanza
Search
Auditel Auditel

Assetto regolatorio

Auditel è profondamente incardinata nell’assetto regolatorio del Paese. La sua attività è sottoposta al controllo dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni (AgCom) e viene sistematicamente vigilata dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato e dal Garante per la protezione dei dati personali. Auditel ha avuto, ha e intende continuare ad avere un dialogo continuo con le tre authority, a garanzia del proprio operato e, quindi, del mercato TV.